Vuoi sapere chi siamo?

ti raccontiamo un po' di noi

Probabilmente saprai già chi siamo perché ci hai conosciuto attraverso il nostro blog, le  newletters, etc. Quindi sai già cosa facciamo, come e per chi. Ma ora ti raccontiamo un po’ più.

Simona e Francesco e amici da sempre, colleghi da tanto.

Ci conosciamo dalla metà del liceo scientifico ( ormai il lontano 1992) quindi quest'anno festeggiamo gli anni d'argento dell'amicizia. Abbiamo deciso entrambi, dopo la maturità, di iscriverci ad Architettura e dopo un percorso più o meno parallelo ad incroci alterni abbiamo lavorato alla stessa tesi di laurea e ci siamo laureati e subito dopo iscritti all'Album di Milano. Dopo percorsi a tratti differenti ma sempre paralleli, oggi ci siamo trovati sulla stessa strada. Molto più ricchi di esperienze lavorative e talvolta di appagati dai nostri singoli successi, abbiamo deciso di concentrare tutte le nostre energie su quello che ci riesce meglio e quello da cui abbiamo tratto le nostre maggiori soddisfazioni: la ristrutturazione di interni. In particolare di appartamenti.

Cos'è un appartamento?  Perchè solo quello?

Urbanisticamente:

Un appartamento è un'abitazione mediamente di un piano, o massimo due, all'interno di un fabbricato che contiene altre unità abitative. E' l'abitare moderno, urbano. E' la cellula dell'edificio in città, è il proprio pezzo di mondo all'interno di un condominio anni '70. E' ormai una parte precisa di un importante edificio del '700.

Emotivamente:

La casa, l'architettura residenziale di piccola scala, è la nostra passione, condivisibile da chiunque: coppie lui-lei, coppie lui-lui, triangoli viziosi, single, single con il proprio cane o gatto, la famiglia del mulino bianco.  L'appartamento è la sfera famigliare, sono gli affetti, i ricordi. A noi piace lavorare dove si nasce e si cresce tutti i giorni, all'interno dei propri muri e dove c'è la vera libertà.

 

Francesco: ho fatto esperienza in giro tra un cantiere e l’altro. Ho avuto la fortuna di fare molta esperienza in opere importanti, come centri commerciali, residenze, poli fieristici, stazioni ferroviarie, ospedali. Finché ho aperto il mio studio che mi ha permesso di lavorare anche in piccole e grandi ristrutturazioni e per clienti di vario tipo in maniera quindi, quasi da sempre indipendente. Concreto e sempre sul pezzo.

Simona: ho lavorato con molta passione in importanti studi di architettura dove mi sono occupata di progettazione di edifici di vario genere a tutto tondo: progettazione di edifici residenziali, uffici, bar, palestre etc. Ho fatto esperienza anche nel settore pubblico dove sicuramente gli aspetti legati alla precisione e all'approfondimento delle procedure sono molto più rigidi. Svampita ma in perenne adocchiamento di dettagli.

Entrambi: un consorte paziente e due figli cad.

Focus comune: progettare e realizzare ristrutturazioni di appartamenti.

Perché solo quello? Siamo sicuri che te lo stai chiedendo.

Ci occupiamo ormai solo di questo perchè ci diverte moltissimo e ci diverte farlo insieme. Basta grandi progetti, basta grandi cantieri, basta negozi, centri commerciali, uffici, bar e giardini. Non possiamo avere la competenza che serve per ogni singola cosa e sempre su tutto. Lo riconosciamo oramai. I clienti sono sempre più attenti al servizio che sei in grado di rendere. E non puoi restituire un servizio il più impeccabile possibile se ti occupi di 1000 oggetti diversi e ogni volta devi ristudiare rispetto ad ogni nuovo argomento, nuove normative (perchè nel frattempo sono cambiate, cambiano ogni 5 minuti), nuove tendenze, nuove tecnologie, nuovi materiali. La progettazione di interni, non lo diciamo noi, è un mondo. E noi all'interno di quel mondo scegliamo il posto che tutti dovrebbero avere, una casa. Un mondo di una scala umana, che si tocca, che si vive e alla quale sei legatissimo.

Abbiamo capito che per fare le cose bene e con cura non puoi farne tante diverse: non puoi sapere un po’ di tutto, non ce la fai, oggi non c'è il tempo. Come dice un noto manager americano “Preferisco essere forte in qualcosa, che debole in tutto”. Perchè ne saprai sempre un po', ma un po' oggi non è sufficiente.  Infatti  i clienti, come te, sono molto esigenti e quindi devi offrire tutta la conoscenza che hai e se non ce l'hai, devi avere la concentrazione di formarti e studiare sempre per quell'unico scopo.  L’unico modo per essere un esperto è dedicarsi ad una cosa specifica e impiegare tutto il tempo che hai per approfondire sempre di più per spaziare, per dare sempre le risposte più congeniali, più aggiornate, più sagge. Un medico generico non sarà bravo a curare il tuo cuore quanto un cardiologo! Noi non vogliamo essere architetti generici che si occupano di tutto un po’. Noi vogliamo essere lo specialista per il tuo appartamento.

Ci sentiamo più vicini alla piccola scala che è quella più prossima all'essere umano. Negli appartamenti trovano rifugio la sfera familiare, i nostri affetti, i ricordi.

Questa scelta, all'inizio non facile, ci ha regalato però un grande vantaggio che molti altri architetti non hanno. La credibilità. La credibilità si basa sull'esperienza. La concentrazione sul nostro focus ci permette di svelare i retroscena, di capire al volo dove stanno i pericoli e le potenzialità. Abbiamo potuto approfondire e studiare la normativa, le tecnologie, le innovazioni.

Sappiamo bene come stare al tuo fianco per un obiettivo comune: rendere il tuo appartamento confortevole per te, ma soprattutto per renderlo un luogo degno di farti fare una bella figura davanti ai tuoi parenti ed amici.

Il tuo appartamento è il tuo alter ego fatto di mattoni e luci. E' il tuo specchio, è la tua immagine che agli occhi dei tuoi amici e dei tuoi fratelli ti farà dire "caspita, che splendore ma allora sei davvero un figo!". E' la tua fuoriclasse col terrazzo. E' la tua promozione rivestita in parquet di legno restaurato. E' il tuo biglietto da visita per i tuoi incontri lavorativi più amichevoli: ti aiuterà a chiudere i contratti mentre, col tuo ospite, sarete seduti su comode poltrone e sorseggiare whiskey sotto le luci giuste. E' per dire a tuo papà "mi davi del barbone, guarda invece dove sono arrivato!". Ma non lo dici tu, lo dice quello che ti circonda.

 

Infine, ultima cosa fondamentale, abbiamo capito COME far nascere il progetto giusto per te: il tuo appartamento è importante per te quanto lo è per noi; per cui avrai già capito che merita tutte le attenzioni che servono! Ti spiegheremo come arrivare a definire il progetto del tuo appartamento e  quali saranno i 6 passi che ti condurranno ad un risultato sorprendente: un appartamento ritagliato su di te!

Prima di spiegarti come faremo, è necessario illustrarti come in generale lavorano gli architetti oggi, in Italia. Non vogliamo giudicare l’operato di nessuno, vogliamo semplicemente spiegarti quello che fanno gli architetti e come si comportano nella maggior parte dei casi. Noi architetti in Italia siamo circa 150.000 e la gran parte sono molto bravi. Un’enormità. La quasi totalità di questi si occupa generalmente di svariate cose: edilizia residenziale, commerciale, industriale, pratiche amministrative, design, opere pubbliche, private e così via (ci fermiamo per non tediarti). Del resto all’ Università ci hanno insegnato che l’architetto “deve saper realizzare dal cucchiaio alla città” (Dal Cucchiaio alla Città  è lo slogan creato da Ernesto Rogers nel 1952 nella Carta di Atene). Questo poteva essere vero fino a pochi anni fa. Oggi, come ti spiegheremo, questo non funziona più. [ Inoltre, c’è la crisi….ah la crisi…! Si lavora meno, quindi, come pensano tutti, bisogna accontentarsi di quello che si trova in giro] e fare tanti e diversi lavori per rimediare: anzi, più si diversifica meglio è. Questo è quello che pensano gli altri.

Noi pensiamo il contrario.

Per essere uno molto bravo, capace a realizzare sia il cucchiaio che il palazzo devi conoscere molto bene le tecniche, le norme, il sapere sia per il cucchiaio che per l'edificio. Se poi tieni conto del fatto che oggi le cose da sapere sono tante e sempre di più (cambiano le norme, migliorano le tecnologie etc.), capirai molto facilmente che un architetto che si occupa di tante cose, non può essere preparato e subito in tutto. Neanche fosse un ArchiStar o fosse il supereroe degli Architetti SuperArch. Ecco noi non siamo SuperArch noi siamo i primi architetti che si interessano solo di singole unità abitative; residenze ad uno o due piani. Punto. Ci piace così.

Nel migliore dei casi il SuperArch avrà una medio/buona preparazione in vari ambiti. Nel peggiore dei casi sarà mediocre e approssimativo. Se avrà uno stuolo di collaboratori non lo vedrete mai, ma avrete a che fare con la sua carne da cannone, se vi va bene avrete un referente esperto che seguirà nel contempo altri 25 progetti, se vi va male la carne da cannone cambia ogni mese all'interno di un grosso studio quindi magari cambierete facce e referenti, chissà se si faranno il corretto passaggio di consegne chissà se sapranno il punto in cui è il lavoro nel momento in cui la commessa gli piomba come un meteorite dal cielo (bollente) tra le mani.  Se poi parliamo di ristrutturare un appartamento, molti architetti saranno portati a sottovalutare la materia, perché ritenuta una cosa semplice e meno ambita di una più grossa e prestigiosa opera e per clienti più importanti, per prestigi maggiori.

Noi pensiamo proprio il contrario. Ristrutturare un appartamento non è una cosa facile e merita sapienza, studio e approfondimento. E per farlo bene abbiamo deciso di fare solo quello, abbandonando il resto. Ma come, ti chiederai, con la crisi che c’è rifiutate di fare altri lavori più grossi e remunerativi? La nostra risposta è si. Se vogliamo fare le cose bene, dobbiamo fare solo quello.

Siamo pazzi, può essere. Ma siamo davvero stufi di correre dietro a 1500 cose perdendo e disperdendo energie a destra e manca correndo dietro a clienti, fornitori, imprese, artigiani con mille cornette in mano mentre si scrivono mail 20 email. Pant pant. Basta.

Unico focus: processi certi, conoscenze approfondite e grande soddisfazione professionale per essere davvero utili. Utile a te che non sei del mestiere, che non lo conosci, che riconosci di non saperlo fare, che non te me frega una mazza neanche lontanamente di immaginarlo di fare, MA che però sai quant'è il valore del tuo tempo e del tuo stress. Se ti tieni il tuo tempo eviti lo stress di dover star dietro ad una macchina impolverata rumorosa e talvolta impazzita che è il cantiere. Lo riconosci e ne vuoi stare fuori, o almeno ai margini. Perché ti fidi. Perché ci siamo noi che ti informiamo via mail mentre sei a sciare a Cortina. Ti informeremo con grandi "va tutto liscio come l'olio" per farti continuare a sorseggiare il bombardino in relax sulle sdraio al sole. Alla tua ristrutturazione, ci stanno pensando due trottole forsennate che ti tolgono da tutte le rotture di anima, che evitano di lasciarti a risolvere da solo eventuali ritardi, consegne sbagliate, assenze non programmate.

Ma a cosa serve esattamente un architetto? Solamente un pungiball? Spesso capita di chiedersi del perché coinvolgerlo nella propria ristrutturazione: è un semplice sbriga pratiche? È uno che può dare delle buone idee per rendere la casa fantasmagorica agli occhi degli amici? È uno che bisogna pagare e non si capisce bene perché? Posso farne meno? La risposta è semplice e cercheremo di sintetizzarla: l’architetto è la figura indispensabile a cui devi rivolgerti in prima persona per ristrutturare il tuo appartamento. E' l'unica persona che può fungere da mediatore tra te e l'impresa (a meno che tu non ti esprimi costantemente in bergamasco antico). Ci deve essere una persona educata a farlo. Se lo fai tu ti assicuro, andrai dritto alla neuro e l'esperienza della ristrutturazione, come alcune volte, diventerà un incubo, al posto di essere un momento di grande rinnovamento e divertimento. L'architetto deve saper capire le tue esigenze e i tuoi gusti, comprendere e analizzare appieno il luogo in cui intervenire, fornirti il progetto completo con tutti gli elementi necessari per poter richiedere un preventivo dei lavori, guidarti nella scelta dell’impresa, essere la direzione dei lavori, ossia avere il controllo della qualità, dei tempi e dei costi ed infine assisterti per tutti gli adempimenti burocratici.

Nella realtà, puoi trovare architetti che promettono di fare tutto ciò, ma in realtà non lo fanno appieno, perché si limitano solo ad alcuni aspetti, trascurandone altri.

Gli architetti, lo so che lo pensi, sono quelli che ti fanno spendere un sacco di soldi per poi realizzarti delle cose fichissime ma invivibili ( W Fuffas).  E' vero, hai pienamente ragione, ci sono anche quelli. Te ne mancano altri però all'interno della masterclass dei SuperArch.

Ti elenco i 4 tipi di architetti in cui potresti imbatterti e di cui dovresti diffidare; e ti spieghiamo perché:

  1. L'architetto low- cost. Diffida dei cosiddetti “architetti low cost/on line”, che ti propongono progetti via web a basso costo. Molti saranno sicuramente bravi, ma sono costretti a lavorare in remoto e sulla quantità. Ti pongo 2 semplici domande: come possono realizzare un progetto cucito su misura per te e che soddisfi appieno il tuo stile, i tuoi bisogni e i tuoi desideri senza averti mai incontrato e conosciuto? e come fanno a operare su un appartamento senza averlo mai visto, ne compreso o analizzato, ma solo sulla base di planimetrie e foto da te fornite? La risposta è semplice: non possono! Ti faranno un progettino molto “aleatorio” e che non ti apparterrà mai. Quindi molto probabilmente avrai buttato via i soldi. Inoltre se sei disposto a trovare tu l'impresa, se sei capace a leggere un contratto di tipo "edile", se riesci a produrre un documento che si chiama capitolato che serve per raffrontare i preventivi delle imprese, se sei un direttore dei lavori e se sei un coordinatore della sicurezza in cantiere (certificato e obbligatorio per legge), ottimo. Se non lo sei, tutte queste persone le devi trovare, gestire e pagare separatamente. Si dovranno coordinare tra loro senza un referente per te e al primo inghippo, non sarà colpa di nessuno perchè si addosseranno la colpa l'un l'altro. E tu pagherai soldi, tempo e isteria. In bocca al lupo!
  2. Diffida degli “architetti portati o presentati” dalle imprese. Fossero anche i più bravi ed esperti, loro non faranno mai appieno gli interessi del committente, cioè i tuoi. Ma saranno sempre condizionati (e inconsciamente “debitori”) nei confronti di chi gli ha procurato il lavoro. Infatti, molto spesso il loro operato si limita alla redazione del progetto da presentare in comune e al massimo ti daranno qualche buona idea per il tuo appartamento. Ma trascurano volutamente tutto il lavoro che deve essere fatto prima di appaltare i lavori (capitolati, computi metrici etc) perchè partono da una base di fiducia cieca dell'impresa. Trascurano anche gli adempimenti durante i lavori soprattutto in materia di sicurezza sul cantiere. Non utilizzano gli strumenti per avere il controllo completo della qualità, dei tempi e dei costi dell’opera che sicuramente adoperiamo noi, non solo per legge ma per coprire da qualsiasi conseguenza il committente, cioè voi. Non raccolgono alla fine dei lavori tutte le certificazioni perché magari aumma aumma è una sbatta per tutti, per l'impresa e per l'arch. amico dell'impresa. La persona a fianco del committente NON può essere l'impresa. La persona giusta è un professionista che legge sia i disegni, che legge la messa in opera delle piastrelle, che sa leggere i particolari costruttivi e i dettagli di un arredo, che sa leggere se un cavo elettrico è stato posato sotto il tubo dell'acqua. Guarda che noi crediamo fermamente, grazie alla nostra esperienza, che il risultato di una buona ristrutturazione è dovuta per il 70% al lavoro delle maestranze e alla mano d'opera degli operai e degli artigiani. Può essere il progetto più bello e preciso del mondo ma se è realizzato male fa schifo. Però noi siamo gli interpreti, i mediatori, un po' gli arbitri della partita, siamo coloro che parlano all'impresa nel linguaggio utile ma facendo gli interessi del committente.
  3. Diffida degli architetti che non ti spiegano come fanno il loro lavoro. Tantii architetti seri, ti proporranno una serie di servizi, ma difficilmente saranno completi e dettagliati. Spesso si limitano al progetto, al capitolato, alla direzione lavori, al coordinamento della sicurezza e a tutta una serie di servizi ed elaborati annessi. Ma non ti spiegano quali sono gli strumenti che utilizzano (non mi riferisco ai software, ma al metodo, all'approccio). Ti facciamo un esempio: se ti propongono di fare la direzione lavori, ma non ti dicono quali sono gli strumenti che utilizzano per controllare la qualità, i tempi di esecuzione e soprattutto i costi, allora non ti servirà a nulla! La direzione lavori non si fa solo con l’esperienza, la buona volontà e i sopralluoghi, ma si fa soprattutto con strumenti scientifici e metodi ben collaudati. Solo così il direttore lavori può garantirti il controllo di cui hai bisogno. Il resto sono chiacchiere di cui non hai bisogno.
  4. Diffida degli architetti che si limitano a mostrare le loro bellissime realizzazioni. La ristrutturazione di un appartamento non deve limitarsi a trasformare un vecchio appartamento in un moderno ed affascinante nuovo ambiente: deve saper raccontare qualcosa di chi lo abita, non è di chi lo progetta (non solo di chi lo ha progettato); deve nascere dalla risoluzione di un problema e da un bisogno di chi lo vive. Il progetto è una necessità forte che manca, un cambiamento di vita sostanziale non solo un re-looking. Il vero scopo di un progetto non deve essere quello di celebrare il design ed il gusto di chi lo fa solo attraverso un makeup esagerato, ma deve saper tradurre il bisogno e lo stile di chi lo abita vestendolo di eleganza e gusto. Inoltre assicuratevi che questi architetti non siano tutto gusto e niente praticità perchè se il risultato è fantastico ma voi dovete mettere in conto il triplo del costo, gli antidepressivi della moglie oramai isterica e i mesi passati in residence perchè la casa non è pronta, forse il gioco non vale la candela.

Concludiamo ricordandoti che, indipendentemente dalla bravura o dalle apparenze, dovresti soprattutto diffidare da quei professionisti abituati a fare un po’ di tutto e che non sono specializzati in una sola cosa. Come avrai certamente capito.

Ora invece ti spieghiamo come facciamo noi.

Se hai letto bene la prima parte, ti sei accorto che ad un certo punto della nostra carriera, abbiamo fatto una scelta molto importante, fondamentale (forse un po’ da incoscienti, qualcuno ha pensato). Una scelta dalla quale non vogliamo più tornare indietro. Abbiamo deciso di occuparci solamente di ristrutturazioni di appartamenti.

Noi non vogliamo essere architetti generici che si occupano di tutto un po’. Noi vogliamo essere lo specialista per il tuo appartamento! Quindi abbiamo fatto una scelta diversa da molti nostri colleghi architetti che si occupano invece di molte e svariate cose. Inoltre con il web tutti postano foto di appartamenti stupendi, materiali brillanti e soluzioni elegantissime ma non sanno assolutamente come arrivare a quel risultato e tutta la professionalità che ci vuole dietro ad un progetto e ad un cantiere e demandano a qualcun'altro gli aspetti pratici.

I clienti, e anche tu ovviamente, sono sempre più educati e sempre più informati, attraverso internet, riguardo le tendenze, le mode ed il gusto pertanto sono sempre più esigenti. Noi vogliamo e sappiamo come rispondere a tutte le domande dei clienti più esigenti perchè abbiamo esperienza specifica in questo preciso campo, ovvero la ristrutturazione interna delle abitazioni.

Ci interessa dirti che siamo talmente indipendenti e talmente abituati a lavorare con responsabilità, che mentre noi portiamo avanti i lavori del tuo progetto, tu puoi startene a giocare a golf con i tuoi soci del club, andare in vacanza con la tua famiglia, pensare solamente al tuo lavoro che è già bello impegnativo.

Ti abbiamo già spiegato quale è il ruolo dell’architetto e da quali professionisti devi diffidare: ma noi ora siamo in grado di spiegarti nel dettaglio come noi abbiamo deciso di svolgere questa professione.

La nostra promessa è quella di far si che la ristrutturazione di casa tua non sia per te un periodo di forte stress e preoccupazione o una noiosa perdita di tempo. Anzi, vogliamo che tu possa aver molto tempo libero da dedicare a te stesso piuttosto che alle beghe di cantiere. Noi vogliamo essere il tuo faro nella tempesta, il tuo parafulmine nel temporale, il guantone da baseball per pararle tutte al posto tuo. E che puoi fare tu nel frattempo mentre noi pensiamo alla ristrutturazione del tuo appartamentone?

Puoi fare due cose:

  1. continuare quotidianamente a fare il tuo lavoro indisturbato, preso, come sarai, dalle faccende inerenti la tua vita professionale (e ci sembra già abbastanza, non hai bisogno di altri rompicapo al di fuori del tuo lavoro)
  2. andare in vacanza con la tua fidanzata, famiglia, cane, amici. E mentre sarai a spararti a bordo pista un bel bombardino ci manderai la foto delle cime innevate mentre noi cerchiamo di risolvere il problema del bidet che manca tra la fornitura delle ceramiche da bagno ( a meno che per carità vuoi infilarti tu in questo dedalo di telefonate, mail, solleciti, nervosismi)

Per questo motivo noi NON SIAMO:

- non siamo architetti generici, ma ci occupiamo solo di ristrutturazione di appartamenti. Ci concentriamo solo questo quindi possiamo farlo bene;

- non siamo architetti low cost e non lavoriamo per corrispondenza, perché crediamo che sia fondamentale, per prima cosa parlarci di persona, comprendere  e conoscere sia l’appartamento da ristrutturare che la persona o le persone che lo abiteranno;

- non siamo gli architetti esclusivi di un'unica impresa: tu sei sempre il nostro focus, quindi siamo i tuoi alleati e i tuoi "tutori". Abbiamo a cura i tuoi interessi,  la tua salute fisica e mentale, come prima cosa;

- non siamo architetti invisibili o assenti o peggio ancora che ad un certo punto spariscono per qualche combutta isterica e di orgoglio: la nostra promessa è che teniamo botta fino alla fine anche se sei un egocentrico esibizionista precisino (siamo moolto pazienti)

- non siamo architetti che ti chiamano ogni 2 minuti per raccontarti la sfiga quotidiana o che vogliono condividere con te la procedura per risolvere un problema. Il problema lo risolviamo noi. Se non è prettamente progettuale ( e pertanto è d'obbligo il tuo consenso), ma solo esecutivo, di mano d'opera, di fornitura, di scazzo con l'impresa, del comune che ci dice che dobbiamo correggere la pratica edilizia, di operai che non si presentano, del vicino di casa che rompe perchè si fa rumore, il problema è solo nostro.

Ora hai capito un po' della nostra storia: chi siamo, quello che facciamo e sopratutto quello che non facciamo.

Se sei interessato a saperne di più o a conoscerci di persona o hai qualche dubbio da chiarire contattaci qui.

un regalo per te:

Un regalo per te: scarica GRATIS Il Manuale del Committente Consapevole

compila qua sotto e in pochi click scoprirai tutto quello che devi assolutamente sapere prima di ristrutturare casa

privacy Curiamo i tuoi dati personali nel rispetto delle leggi vigenti

...cosa dicono i nostri clienti di noi

Avete risolto tutti i problemi man mano che si sono venuti a porre. La ristrutturazione è stata quindi una piacevole esperienza anzichè il solito tormentone. Il tocco in più? la sollecitudine nel seguire le vicende e anche l'ordine nella documentazione, con la sensazione di governare le cose senza essere schiacciati.

Alessandro Necchi (ands@ands-law.it), avvocato

Avete risolto tutti i problemi man mano che si sono venuti a porre. La ristrutturazione è stata quindi una piacevole esperienza anzichè il solito tormentone. Il tocco in più? la sollecitudine nel seguire le vicende e anche l'ordine nella documentazione, con la sensazione di governare le cose senza essere schiacciati.

Walter Mattei (info@waltermattei.it), waltermattei s.a.s

Un regalo per te: scarica Il Manuale del Committente Consapevole

Scoprirai tutto quello che devi sapere per ristrutturare serenamente la tua casa

curiamo i tuoi dati personali nel rispetto delle leggi vigenti